La Gig Economy spiegata: perché il mercato del lavoro sta per cambiare per sempre

Hai sentito parlare della “gig economy”?

È probabile che tu abbia sentito persone parlarne nelle notizie, ma non hai idea di cosa stiano succedendo nelle loro discussioni. La gig economy non è così confusa come sembra. Economisti e giornalisti finanziari usano il termine per descrivere le persone che cercano lavoro a contratto online.

In questo articolo, spiegheremo tutto ciò che devi sapere sulla gig economy. Vedremo anche come lavorare online sta cambiando il mondo e cosa possiamo aspettarci dall’evoluzione della gig economy nel mercato del lavoro mentre ci spostiamo nel 2020.

Come Internet ha evoluto il posto di lavoro

Solo pochi decenni fa, le persone che lavoravano da casa erano una merce rara. Lavorare fuori dalla tua residenza era un lusso che molte persone sognano ancora oggi. La maggior parte delle persone che lavoravano da casa erano imprenditori che hanno fondato un’impresa, o erano professionisti che lavoravano in remoto fuori sede.

Tutti gli altri hanno dovuto trascinarsi attraverso un pendolarismo, che sta diventando più lungo con ogni anno che passa. Oggi, più persone lavorano da casa che mai. Recenti sondaggi concludono che le persone che lavorano da casa sono anche tra i migliori percettori di reddito in America.

Il driver principale per l’aumento delle persone che lavorano da casa è Internet. Il lancio del web mondiale e la sua adozione culturale nei primi anni 2000 hanno aperto maggiori opportunità per le persone di trovare lavoro in qualsiasi parte del mondo.

Con una connessione Internet e un laptop o UN PC, ora puoi entrare in contatto con persone in cerca di appaltatori, senza lasciare il comfort di casa. Internet ha spianato la strada a un nuovo sistema di comunicazione e le persone hanno iniziato a pubblicare lavori online, sperando di ottenere una risposta.

Alcuni imprenditori intelligenti hanno visto una lacuna nel mercato e hanno deciso di creare una piattaforma in cui le persone potessero riunirsi per pubblicare e richiedere contratti a breve e medio termine. Di conseguenza, la prima piattaforma di lavoro di Internet per liberi professionisti è nata.

Freelancer, inizialmente fondata nel 2009, ha aperto la strada a un nuovo mezzo per cercare lavoro online. Ora chiunque può pubblicare un lavoro e la sua descrizione, e poi aspettare che i liberi professionisti affamati facciano un’offerta per la possibilità di vincere l’appalto.

Non passò molto tempo prima che molte altre piattaforme freelance iniziassero a comparire online. Fiverr e UpWork sono anche esempi di piattaforme in cui liberi professionisti e datori di lavoro si uniscono per negoziare termini e condizioni sul lavoro a contratto a breve e medio termine.

Oggi, milioni di persone si affidano a queste piattaforme per trovare lavoro ogni giorno. È un ambiente stimolante e competitivo in cui operare, ma è possibile guadagnarsi da vivere.

Cos’è la Gig Economy?

A questo punto, dovresti iniziare a capire il concetto di gig economy. Nel caso in cui tu sia ancora confuso sull’intero spiel, ci assicureremo che tu capisca le complessità della gig economy entro la fine di questa sezione.

La gig economy descrive una situazione lavorativa in cui le persone usano Internet per trovare contratti o lavori a breve termine. Ad esempio, un autista Uber fa parte della gig economy, così come uno scrittore che trova lavoro attraverso piattaforme di lavoro come Freelancer.

La gig economy coinvolge le persone che lavorano quando vogliono e alle loro condizioni. Se vuoi flessibilità e il potere di scegliere il tuo lavoro, allora la gig economy ti offre questo lusso. Ad esempio, se sei un autista Uber, nessun capo ti sta dicendo quando andare al lavoro. Quando hai voglia di guadagnare denaro, accendi la tua app e salti in macchina.

Come risultato della flessibilità di lavorare nella gig economy, molte persone lo trovano un mezzo attraente per guadagnarsi da vivere o integrare il loro reddito corrente. Lavorare nella gig economy sta andando contro le regole tradizionali del posto di lavoro.

Con un tipico lavoro da 9 a 5, dovrai rispettare un codice di abbigliamento, trovare il trasporto per il tuo ufficio, andare d’accordo con i tuoi colleghi e ascoltare le istruzioni del tuo capo. I manager ti perseguitano per tutto il giorno per aumentare la tua produttività e tutti in ufficio non vedono l’ora che arrivi il fine settimana.

Lavorando come parte della gig economy, niente di tutto ciò si applica a te. Mentre questo sembra l’ambiente di lavoro ideale per te, devi anche essere consapevole degli svantaggi della scelta di una carriera come libero professionista. Quando entri nella gig economy, devi essere sicuro che sia giusto per te prima di fare il grande passo.

La transizione verso la Gig Economy

Quindi, ora che hai una solida comprensione della gig economy, potresti chiederti cosa ha portato all’aumento del lavoro a distanza? Internet è una macchina dei contenuti. Ogni 48 ore, gli utenti globali caricano abbastanza contenuti online per replicare l’intera storia scritta della razza umana. Questa è una statistica sbalorditiva.

C’è così tanta domanda di contenuti online che ti lascerà girare la testa. I siti web hanno bisogno di contenuti e, che si tratti di blog o video, qualcuno deve produrre quel contenuto. I webmaster possono essere geni nella gestione e nella manutenzione dei siti, oltre a migliorare la commerciabilità del sito attraverso l’uso di pratiche SEO. Tuttavia, spesso non hanno idea di come produrre contenuti eccellenti e non hanno nemmeno il tempo di metterli insieme.

Di conseguenza, queste persone si affidano a liberi professionisti per le loro esigenze di contenuto. Puoi scegliere lavori freelance in una varietà di categorie. Scrittura, editing, produzione musicale, progettazione di siti web: questi sono solo alcuni esempi delle competenze richieste nella gig economy.

La crescita del mercato del lavoro online sta anche mettendo a dura prova i dati sull’occupazione negli Stati Uniti. Secondo i dati del BLS, più anziani stanno entrando nella forza lavoro rispetto ai giovani. Allo stesso tempo, l’America sta attualmente vivendo un esodo di massa dei millennial dal mercato del lavoro. Le persone tra i 25 e i 40 anni sono nei primi anni di lavoro della loro vita. Tuttavia, i dati mostrano che molti di loro stanno fuggendo dal posto di lavoro.

Tuttavia, i dati sulla disoccupazione continuano a rimanere bassi. Quindi, dove stanno muovendo tutte queste carriere tutti questi millennial? La risposta è alla gig economy.

È difficile per il BLS rintracciare gli americani che decidono di prendere parte alla gig economy. È uno dei motivi per cui gli anziani sembrano ottenere più lavoro dei millennial. Tuttavia, gli anziani sono molto meno adatti alla tecnologia rispetto ai millennial. Pertanto, gli anziani hanno maggiori probabilità di trovare lavoro in un lavoro tradizionale piuttosto che fare domanda per un lavoro online.

Gli attuali numeri di lavoro mostrano uno spostamento nella partecipazione alla forza lavoro, lontano dalle posizioni di lavoro tradizionali, e nella gig economy. Ci aspettiamo che questo cambiamento continui ad aumentare di intensità man mano che ci spostiamo ulteriormente nell’era digitale.

I pro e i contro di lavorare nella Gig Economy

Proprio come con qualsiasi altra cosa nella vita, ci sono pro e contro di lavorare nella gig economy. Di seguito elenchiamo cosa puoi aspettarti da una carriera come libero professionista.

Pro di lavorare nella Gig Economy

  • Indipendenza – Lavorare nella gig economy ha molti vantaggi e uno dei migliori è il livello di libertà e indipendenza che offre ai liberi professionisti. Lavorando online, puoi evitare un pendolarismo, non devi avere a che fare direttamente con un capo e controlli quando e dove vai al lavoro.
  • Flessibilità – La parte migliore del lavoro online nella gig economy è la flessibilità che ti offre. Se sei stanco della stessa vecchia routine da 9 a 5 di alzarsi, andare in ufficio e tornare a casa, allora la gig economy potrebbe essere ciò che stai cercando per portare un po ‘di flessibilità nella tua routine quotidiana. Scegli tu quando vuoi lavorare. Se hai avuto una notte difficile ieri sera, allora non devi alzarti dal letto fino a mezzogiorno se non ne hai voglia, nessun manager ti sta urlando all’orecchio.
  • Varietà – Ci sono così tanti lavori disponibili attraverso piattaforme come Freelancer, Upwork e Fiverr, che non avrai mai difficoltà a trovare un contratto. Indipendentemente dal fatto che tu lavori nel web design, nella produzione video o che tu scriva blog; c’è un sacco di lavoro disponibile. Accedi a uno dei siti freelance e sfoglia le categorie. Dai un’occhiata all’annuncio di lavoro nel tuo settore e inizia a fare domanda per i contratti.
  • Remunerazione – I liberi professionisti guadagnano denaro quando completano un contratto. Sulla maggior parte dei siti, dovrai fare un’offerta per il lavoro. Tuttavia, l’offerente più basso non sempre vince l’appalto. Quando le persone scelgono di lavorare con un libero professionista, il budget potrebbe non essere sempre la parte più critica del processo di assunzione. Alcune persone potrebbero essere alla ricerca di una qualità superiore dei contenuti e sono disposti a pagare di più.
  • Reddito supplementare – Se hai un lavoro e stai cercando modi per guadagnare più soldi sul lato, il freelance nella gig economy ti offre un’eccellente opportunità per aumentare il tuo conto bancario. Vai al lavoro durante il giorno e partecipa alla gig economy la sera e nei fine settimana.

Contro di Lavorare nella Gig Economy

  • Iniziare è una sfida : la gig economy sta crescendo. Se dai un’occhiata a una piattaforma come Fiverr, troverai centinaia di migliaia di liberi professionisti che pubblicano i loro servizi. Sta diventando sempre più difficile distinguersi dalla concorrenza online. La maggior parte dei freelance si affida a una valutazione di qualità e testimonianze per fornire prove sociali delle proprie capacità ai potenziali clienti: migliore è il tuo punteggio, più lavori riceverai.
  • Tuttavia, iniziare ti presenta una situazione catch-22. Non hai alcuna esperienza o testimonianza dei clienti – Quindi, come trovi lavoro? Dovrai scontare profondamente i tuoi servizi fino a quando non costruirai una solida reputazione sulle piattaforme freelance.
  • Nessun pensionamento o benefici per i dipendenti – Quando lavori per un datore di lavoro, contribuiscono al tuo conto pensionistico sotto forma di un programma IRA o 401 (k). Tuttavia, quando lavori per te stesso, sei l’unico responsabile del tuo futuro finanziario. Dovrai creare un conto pensionistico Roth per te stesso e assicurarti di versare contributi per la tua pensione.
  • Tasse sul lavoro autonomo e deposito trimestrale – Come lavoratore autonomo, hai responsabilità nei confronti della sicurezza sociale e di Medicare. La maggior parte dei datori di lavoro paga la metà di questi costi per i propri dipendenti. Tuttavia, come libero professionista, sei responsabile della copertura dell’intero importo da solo. Parla con un commercialista per capire i tuoi obblighi fiscali.
  • Isolamento – Uno degli svantaggi di lavorare da casa, invece che fuori da un ufficio, è l’isolamento che viene fornito con il lavoro. I freelance hanno flessibilità nei loro programmi e tempo dalla loro parte, ma non hanno nessuno in giro con cui parlare durante il giorno. Di conseguenza, alcune persone potrebbero scoprire di cadere in depressione.

Se ti senti a tuo agio come un lupo solitario, probabilmente non avrai problemi a lavorare nella gig economy. Tuttavia, se desideri il contatto sociale con gli altri durante il giorno, allora segui il tuo lavoro quotidiano. Questa situazione può anche soddisfare le neomamme che hanno bisogno di guadagnare un reddito mentre rimangono a casa con il bambino. Il freelance ti consente di lavorare quando vuoi, senza la necessità di mandare tuo figlio all’asilo.

Conclusione – La Gig Economy è il futuro del lavoro

I cambiamenti nell’economia stanno scendendo a tutti i livelli. Le opportunità di lavoro in calo stanno scomparendo dal posto di lavoro tradizionale man mano che sempre più persone si spostano online per affari e lavoro. Non passerà molto tempo prima che il lavoro da casa diventi la nuova normalità e la gig economy è uno dei settori leader che impiegano i millennial.

Con l’ascesa dell’IA, sempre più posti di lavoro stanno sperimentando l’automazione e il posto di lavoro tradizionale subirà un enorme shock quando la singolarità arriverà entro i prossimi dieci o 15 anni. Molte persone dovranno allontanarsi dalle loro carriere man mano che i loro lavori sperimentano l’automazione.

Prepararsi a lavorare in un ambiente digitale è il modo migliore per salvaguardare le opportunità di lavoro in futuro. Entrando nella gig economy, ottieni un maggiore controllo sulla tua carriera e sulla tua vita finanziaria.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *