Cos’è l’Open Banking? & I tuoi dati sono al sicuro? Guida completa

Quando si tratta di regolamenti bancari, raramente un nuovo regolamento è così vantaggioso per il cliente come i nuovi regolamenti bancari aperti nel Regno Unito.

Ma è importante che tu capisca esattamente cos’è l’open banking e come può funzionare per te. Ci sono molti aspetti diversi che devi dare un’occhiata, incluso il modo in cui i tuoi dati vengono condivisi e cosa succede se continui a utilizzare applicazioni e strumenti che non fanno parte delle nuove normative sull’open banking.

Tratteremo tutto questo in questo articolo. Questo ti darà le migliori possibilità possibili di essere in grado di utilizzare l’open banking a tuo vantaggio e comprenderne tutte le diverse sfaccettature.

Comprendere l’Open Banking

La prima cosa è capire esattamente cos’è l’open banking.

L’open banking è una nuova serie di regolamenti che hanno lo scopo di rendere il settore bancario più trasparente per il consumatore e proteggere meglio le loro informazioni.

Queste normative bancarie del Regno Unito sono diffuse in tutto il settore bancario e sono state avviate dalla Competitions and Markets Authority o CMA. Questa organizzazione di supervisione ha spinto tutte le banche regolamentate del Regno Unito per consentirti di condividere i tuoi dati finanziari con fornitori autorizzati di app finanziarie o altre istituzioni finanziarie con il tuo permesso.

L’idea alla base di questo è quella di consentire una maggiore concorrenza e quindi più innovazione nel settore dei servizi finanziari. L’obiettivo è darti prodotti migliori per gestire i tuoi soldi proteggendo le tue informazioni.

Probabilmente sai già che ci sono molte app di budgeting là fuori che puoi utilizzare per tenere traccia delle tue finanze, ma potresti anche sapere che la maggior parte delle volte devi inserire manualmente tutte le tue informazioni finanziarie. Ma con l’open banking, ci saranno molti nuovi fornitori autorizzati che ti permetteranno di analizzare le tue spese e valutare nuovi prodotti come una carta di credito con informazioni imparziali, oltre a visualizzare tutte le tue informazioni finanziarie da più conti bancari o anche più banche in un unico posto.

App finanziarie che abbiamo trattato su MoneyCheck:

Come vengono condivisi i tuoi dati

Capire se e come i tuoi dati vengono condivisi è una parte importante dell’open banking. Innanzitutto, comprendi che non devi condividere i tuoi dati a meno che tu non lo voglia. I nuovi regolamenti dicono che le banche devono condividere i tuoi dati se vuoi che siano condivisi, ma devi dare quel permesso in modo che possano condividere. Le applicazioni o altri istituti finanziari non saranno in grado di esaminare le tue informazioni finanziarie a meno che tu non dica specificamente che quel particolare individuo o parte può.

Ogni fornitore ti chiederà il tuo consenso per poter accedere alle tue informazioni finanziarie. La tua banca elaborerà la richiesta e condividerà i tuoi dati se hai dato il tuo permesso. Se decidi in seguito di non volere che quel fornitore abbia le tue informazioni, puoi revocare facilmente la tua autorizzazione in qualsiasi momento.

Puoi anche continuare a fare operazioni bancarie nel modo in cui sei stato senza vedere cambiamenti significativi. Alcune persone non utilizzano affatto le app di budgeting e preferiscono invece tenere traccia delle informazioni stesse utilizzando un foglio di calcolo. Altri non si sentono a proprio agio con nessuno che ha le loro informazioni finanziarie. In ogni caso, non è necessario partecipare all’open banking a meno che non lo si desideri.

A quali conti si applicano le normative open banking?

Sarai in grado di condividere i dati per qualsiasi conto di pagamento che hai. Ciò significa che conti correnti correnti, conti di risparmio, carte di credito, carte prepagate e pochi altri. Non tutti i conti di risparmio saranno inclusi, e ci sono alcuni prodotti finanziari che non sono ancora stati aggiunti alla lista, ma per la maggior parte sarai in grado di usarlo su quasi tutti i conti che hai purché si tratti di un conto corrente. Tuttavia, deve essere un account a cui è possibile accedere online e devi fornire le tue informazioni bancarie online al fornitore di terze parti in modo che possano avere accesso ai tuoi dati.

Comprendere il nuovo modello di condivisione dei dati

Dovresti capire il nuovo modello di condivisione dei dati con queste normative bancarie. Sai già che devi stare attento quando si tratta di condividere i tuoi dati. Non vuoi solo condividere con nessuno. In effetti, vuoi condividerlo con quello che viene chiamato un fornitore autorizzato. Y

la nostra banca ti offre una grande protezione contro le frodi e altri problemi, ma solo quando condividi i tuoi dati con una società autorizzata. Questi fornitori autorizzati sono regolamentati dalla Financial Conduct Authority, o FCA, così come da alcuni altri regolatori europei. Saranno inseriti in quella che viene chiamata la directory open banking.

Ci sono un paio di diversi tipi di servizi offerti da fornitori autorizzati nell’ambito dell’open banking. Ognuno di essi richiederà un’autorizzazione diversa. Diamo un’occhiata uno per uno in modo da poter vedere cosa fornirai quando autorizzi quel particolare servizio.

Fornitori autorizzati

Il primo tipo di servizio è chiamato servizi di informazioni sull’account. Ciò consente al fornitore autorizzato di vedere tutte le informazioni del tuo account da tutte le diverse banche utilizzate in un unico posto. Ciò consente al fornitore autorizzato di terze parti di offrire funzionalità utili come l’aiuto con il budget e le raccomandazioni per i prodotti.

Ciò può includere cose come siti Web di confronto dei prezzi, app di budget per il tuo dispositivo mobile, app che ti aiutano a risparmiare per un particolare obiettivo per tutto ciò che analizza i tuoi dati finanziari. Questo sarà il tipo di servizio più comune che autorizzerai attraverso le nuove politiche di open banking.

Il secondo tipo di servizio per il quale fornirai l’autorizzazione sono i servizi di disposizione di ordine di pagamento. I servizi di disposizione di ordine di pagamento sono di portata piuttosto ampia perché ci sono molti metodi di pagamento diversi là fuori.

Ad esempio, potresti autorizzare un pagamento mensile di un certo importo da destinare alla fattura della tua carta di credito ogni mese. Le utility sono un altro esempio comune di questo. Il pagamento viene prelevato dal tuo conto bancario ogni mese fino a quando non hai rimosso questa autorizzazione.

Potresti anche avere l’autorizzazione per i pagamenti fast tracking, ad esempio con rivenditori online come Amazon. Ciò ti consente di effettuare un pagamento con il tuo conto bancario o carta di debito senza dover inserire le informazioni e autorizzarle ogni volta. Questo è un bene per i servizi in abbonamento come gli articoli dispensa forniti da Amazon.

I cambiamenti che stanno arrivando

Dovresti anche essere consapevole che il cambiamento richiederà del tempo. Ci sono diversi fornitori là fuori attualmente che già utilizzano i tuoi dati finanziari.

Ci sono un certo numero di app di budgeting, ad esempio, nonché applicazioni per aiutarti a risparmiare denaro sugli acquisti di tutti i giorni. Ci sono tutti i tipi di strumenti finanziari sul mercato e non tutti saranno ancora fornitori autorizzati.

Tuttavia, ciò non significa necessariamente che dovresti smettere di usarli. Per prima cosa, i fornitori autorizzati vengono aggiunti molto rapidamente. Inoltre, le grandi banche stanno anche fornendo i propri servizi che ti consentono di vedere tutti i tuoi conti in un unico posto. HSBC e Barclays sono solo due esempi di questo. Quindi i cambiamenti stanno arrivando, ma potrebbero essere un po ‘più lenti del previsto.

Come sapere se un provider è autorizzato

Per scoprire se un fornitore è autorizzato o meno, puoi controllare il registro FCA per scoprire se sono elencati su di esso. C’è anche la directory open banking. Entrambi questi sono elenchi che vengono aggiornati regolarmente, ma potrebbero non contenere le informazioni più recenti.

Se c’è un servizio che si desidera utilizzare, allora dovrebbe abilmente continuare a controllare perché potrebbe essere aggiunto all’elenco in qualsiasi momento. Tuttavia, puoi anche andare sul sito Web dei prodotti finanziari o delle applicazioni e dovrebbero dirti se sono un fornitore autorizzato e quindi fornire il numero di registrazione.

Ci vorrà sicuramente del tempo prima che tutti i nuovi fornitori ottengano l’autorizzazione e un periodo di transizione che dovrai aspettare. Tuttavia, tutto dovrebbe essere attivo e funzionante entro la fine del 2019.

Utilizzo di provider non autorizzati

È comunque possibile utilizzare provider non autorizzati, se lo si desidera. Potresti non essere così protetto se usi un provider autorizzato, ma ciò non significa che non sarai almeno in qualche modo protetto. Se sei soddisfatto di un provider che stai utilizzando e attualmente si trova in un provider non autorizzato, puoi sentirti libero di continuare a usarlo nella speranza che vengano aggiunti all’elenco in un secondo momento.

Tuttavia, dovresti cercare di scoprire che tipo di misure di sicurezza hanno in atto se non sono autorizzati e assicurarti di fare le tue ricerche e valutare attentamente qualsiasi applicazione o servizio di terze parti per garantire che proteggeranno le tue informazioni finanziarie.

Fondamentalmente, dovrai affrontare gli stessi rischi che hai affrontato prima che questi nuovi regolamenti fossero messi in atto. In altre parole, non sarai più a rischio di utilizzare l’applicazione di quanto lo fossi solo pochi mesi fa. Se ti senti a tuo agio con questo, allora devi preoccuparti troppo se il fornitore è autorizzato o meno.

Se non sei sicuro di un fornitore, dovresti chiedere loro maggiori informazioni come chi li regola e quali misure di sicurezza impiegano per proteggere le tue informazioni. In alcuni casi, le applicazioni seguiranno già determinate normative che proteggono i tuoi soldi a prescindere.

Perché utilizzare l’Open Banking?

Quindi, perché dovresti usare l’open banking? Il fatto è che dipende completamente da te se vuoi o meno usare bankomg aperto. Ha sicuramente alcuni importanti vantaggi rispetto ad aiutarti a gestire meglio i tuoi soldi e proteggere le tue informazioni finanziarie.

Quando utilizzi fornitori autorizzati, i tuoi soldi sono più sicuri di quanto sarebbero grandi le protezioni standard offerte dai fornitori di terze parti prima che arrivassero i regolamenti. Queste sono ulteriori salvaguardie in atto e regolamenti che fanno sì che questi fornitori autorizzati lavorino di più per proteggere le tue informazioni finanziarie. Questo non è un sostituto di nulla né è un cambiamento a qualsiasi politica importante che era già in atto.

Se vuoi continuare a utilizzare applicazioni di terze parti senza doverti preoccupare se sono fornitori autorizzati o interessati all’open banking, puoi continuare con la stessa protezione che hai avuto negli ultimi mesi o anni che hai utilizzato questi prodotti di terze parti.

Sei ancora molto sicuro, ma non c’è dubbio che scegliendo solo fornitori autorizzati che offrono una protezione aggiuntiva tu e le tue informazioni finanziarie sarete ancora più sicuri. Dovresti assolutamente fare le tue ricerche e decidere se l’open banking è qualcosa di cui vorresti approfittare. Man mano che questi nuovi regolamenti si stabilizzano, probabilmente vedrai anche alcune piccole modifiche con le applicazioni che devi utilizzare.

Bottom Line: I tuoi dati sono al sicuro?

La linea di fondo è se i tuoi dati sono più sicuri con l’open banking che con il modello precedente. La risposta è decisamente sì. Quando si tratta di proteggere le tue informazioni finanziarie, le normative di open banking che i fornitori autorizzati utilizzeranno sono molto più avanti delle precedenti protezioni offerte ai tuoi servizi finanziari.

Se fornisci informazioni solo ai fornitori di servizi autorizzati, saranno solo loro a poter accedere ai tuoi dati con pochissime possibilità che vengano divulgati altrove.

Tutti i fornitori devono rispettare le norme sulla protezione dei dati, incluso l’ultimo regolamento GDPR.

Sebbene non ci siano garanzie, è sicuro dire che le normative sull’open banking sono un significativo passo avanti quando si tratta di proteggere i dati finanziari e assicurarsi di essere in grado di utilizzare applicazioni e fornitori di servizi in modo efficace senza compromettersi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *