Come pianificare un viaggio in solitaria

In primo luogo, un avvertimento: viaggi di zaino in spalla in solitaria sono estremamente pericolosi. Molti parchi nazionali non permetteranno a una persona di viaggiare da sola, che si tratta di escursioni, zaino in spalla o qualsiasi altro sport all’aperto. Prima di decidere di rischiare, verificare con le regole e le leggi dei parchi e aree selvagge in anticipo.

Detto questo, ci sono ricompense insieme ai rischi. Lo zaino è un ottimo modo per sfuggire alla follia del mondo moderno, e viaggiare da soli permette di immergersi nella natura senza la costante interazione e chiacchiere che un partner fornirebbe. Tuttavia, senza il paio extra di mani, piedi e occhi, i pericoli dello zaino in spalla aumentano in modo esponenziale.

Questo è solo per backpackers esperti. Se sei un nuovo backpacker, fai prima qualche viaggio con amici esperti.

  1. Conoscere i rischi. Ogni volta che ti avventuri nelle terre selvagge ti tondo la tua vita nelle tue mani, e dovresti essere pronto ad accettare qualunque siano i risultati del tuo sforzo. Controlla con anticipo tutte le regole e le leggi relative allo zaino in spalla e al campeggio nella tua destinazione scelta, poiché alcuni parchi richiedono permessi prima che ti lassiamo andare.
  2. Fate in modo che più persone sappiano i vostri piani. Prima di tutto, ottenere una mappa della zona, e tracciare il corso generale per tutta la durata del viaggio. Si può trovare questo costrizione, ma è vitale (in caso di qualcosa di brutto accadendo) per le squadre di soccorso per individuare la vostra posizione probabile. Mostra questo piano o invialo via email a diversi amici.
  3. Scegli uno spotter. Inoltre, è meglio se c’è almeno una persona attivamente coinvolta nel processo. La cosa migliore è avere qualcuno che ti lascia e ti viene a prendere quando hai finito. In questo modo avrai una scadenza e una posizione fissate.
  4. Avere una via d’uscita. Un telefono cellulare, cambiare, e alcune bollette aiuterà se si finisce per dover cambiare i piani. Sapere dove si trovano le città più vicine e come raggiungerle. Studia anche sulla tua autodifesa… un viaggiatore solitario è facile preda per i criminali.
  5. Prepara bene le valigie. Avere un amico lungo significa che se una persona l’ha dimenticato, l’altra l’ha. Senza quella rete di sicurezza, è estremamente importante assicurarsi di avere tutto ciò di cui hai bisogno. Tuttavia, è importante non fare le valigie, poiché un pacchetto più pesante è più probabile che causi lesioni, che è esattamente quello che stiamo cercando di evitare.
  6. Porta un walkie-talkie. È possibile ottenere una radio a due modo molto piccola e leggera che può coprire oltre due miglia in questi giorni. Dare uno a un amico, dire loro quale canale è impostato, e poi spegnerlo, infilarlo nel pacchetto e dimenticare. Se qualcosa dovesse andare storto, quella radio ti permetterà di comunicare facilmente con coloro che ti cercano. In caso contrario, almeno portare un fischio o tromba d’aria.
  7. Fai amicizia lungo il sentiero. Altri escursionisti, jogging e backpackers sono di solito persone molto belle e aperte. Fermati a chiacchierare se sembrano dell’umore giusto. Lo scambio di informazioni di solito vi darà indizi su come il sentiero è più avanti, e aumenta sia la vostra sicurezza, e la loro.
  8. Usa il buon senso! In altre parole: non fare niente di stupido. Mentre si potrebbe avere pensato che era divertente attraversare il torrente calpestando il tronco chiazza di petrolio, bastone a guadare attraverso o attraversare in un luogo sicuro e normale. Ricorda, nessuno è lì per ridere se ti fai del male, il che significa che non c’è nessuno per aiutarti a fare il backup.
  9. Divertiti! Nonostante il quadro terribile che ho dipinto, la pace e il silenzio di un viaggio zaino in spalla da solo può far sembrare tutti i potenziali problemi un piccolo prezzo. Goditi la libertà di muoverti in un deserto incontaminato senza distrazioni.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti