Burger King Ottiene La Propria Criptovaluta: Whoppercoins

Immagino che questo sia uno dei vantaggi di essere l’unica catena di fast-food ad essere gestita attraverso un’autocrazia: il Burger King può impostare la valuta da solo, senza bisogno di consultare Burger Parliament. E il Re ha fatto proprio questo, chiamando la sua valuta nascente come il prodotto più venduto dell’azienda: il Whopper. La società ha emesso un miliardo di Whoppercoin (un nome che deve aver richiesto letteralmente minuti per essere inventato) sulla piattaforma blockchain Waves e i commensali russi riceveranno una moneta Whopper per ogni rublo speso.

Funziona ancora come una criptovaluta standard, in quanto puoi scambiare e trasferire i tuoi Whoppercoin a chiunque altro abbia un portafoglio digitale. Ma a differenza di Bitcoin, che attualmente ha un valore di £ 3.372 per moneta, Whoppercoin probabilmente vale molto meno. Non da ultimo perché Burger King ti permetterà di divorare letteralmente i tuoi risparmi scambiando 1.700 Whoppercoin per un Whopper.

(Sì, mi sto stufando di scrivere la parola “Whopper”. Perché lo chiedi?)

Ciò significa, secondo i miei calcoli, con un Whopper che costa £ 4,19 qui, stai guardando circa 405,7 Whoppercoin alla sterlina. La discrepanza di prezzo è presumibilmente il motivo per cui Burger King sta mantenendo Whoppercoins in un singolo paese per ora – i tassi di cambio internazionali potrebbero devastare il sistema, con 76 rubli attualmente pari a una sterlina.

“Ora [il] Whopper non è solo [un] hamburger che le persone in 90 paesi diversi amano, è anche uno strumento di investimento”, ha dichiarato Ivan Shestov, capo delle comunicazioni esterne di Burger King Russia, in una dichiarazione. Ha aggiunto in qualche modo ottimisticamente che “mangiare Whoppers ora è una strategia per la prosperità finanziaria di domani”. Penso che probabilmente non sia saggio prendere consigli di pianificazione finanziaria dal capo delle comunicazioni esterne di Burger King Russia, ma ehi: non sono un professore di economia.

Sembra che Burger King volesse investire in un sistema di carte fedeltà e si sia reso conto che potrebbe generare alcuni titoli adottando una criptovaluta. Anche se dato che Whoppercoins ora ha la propria pagina di risorse dedicata, tutto potrebbe potenzialmente accadere alla valuta nascente. Speriamo che il re non debba affrontare l’iperinflazione nel suo feudo di Burger, per timore che i suoi sudditi reali soffrano carestie di Burger che portano a disordini di Burger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *